Home » Attività » Studi di fattibilità » TORRI A CASTELLANZA

TORRI A CASTELLANZA

PROGETTO PLANIVOLUMETRICO [2012]

Nuova costruzione di edifici residenziali e formazione di parco urbano
Piano Urbanistico Attuativo in via Della Biella
MQ 10000 = superficie edificabile

Il progetto contempla una diversa utilizzazione di un comparto del territorio castellanzese che da produttivo diventa residenziale ma, soprattutto, prefigura una riqualificazione dell’intera zona limitrofa. L’intervento urbanistico/edilizio (ma prevalentemente “paesaggistico”) coinvolge, complessivamente, un’area pari a mq. 50.000 circa che verrà così caratterizzata:
formazione di una estesa area piantumata posta a guisa di “filtro” fra la zona residenziale e la zona a carattere produttivo/terziario/artigianale: in sostanza, un elemento verde, con connotazioni di rilievo dal punto di vista naturalistico per qualità di vegetazione e intensità di piantumazione, che sottolinei il limite dell’insieme dei quartieri residenziali e l’inizio della zona a destinazione diversa (opifici, magazzini, depositi/officine, ecc.); il “bosco” (questo è l’aspetto che dovrà avere l’area verde di nuova formazione) offrirà anche l’opportunità di ricucire altre aree verdi esistenti nell’intorno ma attualmente frammentate e isolate dai quartieri edificati;
formazione di nuove aree carrabili (e parcheggio) di avvicinamento alla zona boschiva (che conterrà esclusivamente percorsi pedonali) e a servizio del nuovo insediamento prefigurato, ossia un nuovo complesso residenziale costituito da fabbricati di forti contenuti tecnologici, ad alte prestazioni energetiche ma di bassissimo impatto ambientale/paesistico. 
La verticalità e la trasparenza saranno, infatti, le caratteristiche del costruito; nastri e tagli vetrati fungeranno da quinta scenica, ponendosi fra la “città consolidata” e il “bosco” sullo sfondo. Le trasparenze e i riflessi delle facciate creeranno una sorta di pelle “camaleontica” ai fabbricati: l’esterno (in questo caso il bosco, ma anche il cielo) si rifletterà in essi, realizzando un effetto partecipativo (fra il costruito e il naturale), oltre che scenografico, attraverso la mediazione dell’utenza che, fruendo degli spazi interni godrà anche dell’esterno, completando, quindi, l’auspicata partecipazione. La proposta edilizia contempla, infatti, la possibilità di costruzione di edifici a torre (n° 2/4 moduli) a destinazione prevalentemente residenziali (senza esclusione, tuttavia, di una modesta percentuale, ai piani, di uffici e/o studi professionali); alla base delle torri è prevista una “piastra contenitore” di negozi e/o altre attività a servizio della residenza. In ogni caso le caratteristiche di queste attività saranno quelle tipiche dei “negozi di vicinato”.


Torna a Studi di fattibilità

TORRI A CASTELLANZA - Studio Mario Caldiroli